Le Esperidi è un gruppo musicale femminile formato da voce mezzosoprano, chitarra classica  e/o ukulele, chitarra dodici corde e batteria su richiesta.  L’ideatrice e promotrice dell’ensemble è Tiziana Minervini, chitarrista classica del gruppo, che sceglie il nome “Esperidi” facendo un chiaro riferimento alla mitologia greca. Le Esperidi erano ninfe che custodivano i giardini dei pomi d’oro di Era. Al crepuscolo, il dio Sole andava a riposarsi nel giardino ammaliato dalle dolci melodie delle tre Esperidi, secondo alcuni cinque. Il gruppo nella sua formazione base è un trio a cui si aggiunge, su richiesta, la batteria e/o le percussioni. Numerose sono le collaborazioni con attrici, danzatrici e altre voci femminili che fanno parte della grande famiglia delle “Esperidi”. Questo ensemble musicale si presenta elegante e versatile, spazia tra i generi passando dal classico napoletano alla musica italiana e internazionale. Le artiste si esibiscono in posti disparati, in occasioni pubbliche e in feste private, in teatri piccoli e grandi, in chiese, complessi monumentali e salotti culturali. L’obiettivo principale è quello di offrire al pubblico spettacoli coinvolgenti e originali. Le Esperidi amano presentare i brani per raccontare storie attraverso la musica. Ecco la formazione: Tiziana Minervini - chitarra classica e ukulele; Alessandra Calliope Gargiulo - voce mezzosoprano; Angela Lancieri- chitarra dodici corde; Ludovica Muratgia- batteria

Le  Esperidi attualmente propongono questi progetti musicali: 

1. NapoliAlterEgo - Viaggio attraverso le più belle canzoni classiche napoletane, tra i testi noti e meno noti che si intercciano a storie e aneddoti;

2. MusicaItaliana - Racconto dell'Italia attraverso le sue canzoni più o meno conosciute. Canticchierete o canterete con noi ...

4. ClassicaMente Trio - Un viaggio attraverso i brani più noti del repertorio classico. Eseguiremo le opere e le operette più conosciute, brani di musica classica per due chitarre.

5. MusicaInternazionale -  I brani più noti del repertorio internazionale, attingendo dal repertorio inglese, francese e spagnolo.